#intersettoriali

AttivAree

Il 60% del territorio italiano è rappresentato dalle aree interne: territori periferici ricchi di storia, tradizioni, risorse naturali, valori, ma penalizzati da una limitata accessibilità ai servizi essenziali e attualmente non sempre in grado di mantenere o attrarre residenti, con conseguenze di abbandono e spopolamento. L’esperienza della Fondazione Cariplo nei processi condivisi di promozione di sviluppo locale e di valorizzazione delle risorse delle comunità e dei territori, l’attuale impegno delle istituzioni sul tema delle aree interne, la crescente diffusione di esperienze di “ritorno” alla montagna e di buone pratiche e politiche di valorizzazione di questi luoghi rappresentano oggi il terreno fertile sui cui si innesta il programma AttivAree. 

AttivAree è il programma intersettoriale dedicato alla valorizzazione delle aree interne. Con 10 milioni di euro a disposizione per il triennio 2016-2018, AttivAree intende contribuire, nell’ambito del territorio della Lombardia e della provincia del Verbano Cusio Ossola, a riattivare e aumentare l’attrattività delle aree interne per gli abitanti, i nuovi residenti e i potenziali investitori, riducendone l’isolamento e favorendo buone pratiche di ritorno. In particolare, vuole  promuovere lo sviluppo locale sostenibile, valorizzando le risorse ambientali, economiche, sociali e culturali, nonché legami di collaborazione, solidarietà e appartenenza.

I tratti distintivi 

IMG 8309
 

AttivAree si fonda sulla valorizzazione del ruolo e delle competenze del terzo settore, sulla promozione di processi partecipativi e sullo sviluppo di interazioni proficue tra aree interne e aree urbane. Il tutto mediante l'adozione di approcci intersettoriali che integrino aspetti ambientali, sociali, culturali, economici e opportunità di ricerca.

Gli ambiti cardine su cui si focalizza il programma sono:

  • potenziamento e innovazione delle economie locali e dell’imprenditorialità giovanile;
  • valorizzazione del patrimonio e dell’identità culturale;
  • prevenzione e riduzione del rischio idrogeologico;
  • promozione di attività di educazione/formazione e di contenuti innovativi di carattere scientifico e tecnologico;
  • accoglienza e inserimento sociale/lavorativo dei migranti e dei nuovi residenti;
  • comunicazione e promozione delle risorse e delle potenzialità del territorio;
  • advocacy legislativa legata alle specificità delle aree interne.

Le fasi di attuazione

Fase I - Call for ideas

Tramite la Call, conclusa il 30 giugno 2016, sono state raccolte idee progettuali per la realizzazione di studi di fattibilità di sviluppo territoriale capaci di produrre risposte positive e durature ai problemi derivanti dall’isolamento e dall’abbandono delle aree interne, trasformando questi elementi in opportunità di innovazione, di crescita e di riconoscimento identitario. Hanno partecipato 11 territori dalla Lombardia e dal Verbano-Cusio-Ossola e sono state selezionate le idee progettuali presentate da Fondazione per lo Sviluppo dell’Oltrepò Pavese e dalle Comunità Montane delle Valli Trompia e Sabbia.

Fase II – Studi di fattibilità (in corso)

I due territori selezionati hanno affinato le idee progettuali inizialmente presentate tramite l’affiancamento di due società di consulenza esperte in sviluppo locale sostenibile e con il coinvolgimento della comunità locale.

Fase III

Dopo un confronto con gli uffici della Fondazione Cariplo e con il Comitato Tecnico Scientifico Attiv·Aree, sarà avviata la realizzazione degli interventi.

Il 7 novembre 2016 le due idee progettuali sono state presentate in un incontro pubblico presso il Centro Svizzero; presenti tra gli altri Giuseppe Guzzetti, presidente Fondazione Cariplo, Fabrizio Barca, economista, ex ministro per la coesione territoriale ed Elena Jachia, direttore Area Ambiente e responsabile del programma AttivAree.Moderatore Emanuela Rosa Clot, direttore del mensile Bell'Italia, mediapartner dell'iniziativa.

CLICCA QUI PER RIVEDERE LA PRESENTAZIONE DI ATTIV-AREE IN STREAMING 

Per info: www.attivaree.fondazionecariplo.it
attivaree@fondazionecariplo.it

Noemi Canevarolo 02 6239452
Lorenza Gazzerro 02 6239323 (ore 9.00 - 13.00)
Viviana Bassan 02 6239226